Home Page by K2 Home Page by JSN PageBuilder

9 . 09 Taranto - Convegno promosso da ISDE Italia: Cambiamento Climatico Globale: responsabilità, rischi e strategie

CONVEGNO NAZIONALE

Cambiamento Climatico Globale: responsabilità, rischi e strategie

9 settembre 2017

Leggi il programma

Scarica la scheda di iscrizione

RAZIONALE

La città di Taranto, riconosciuta sito SIN dal 1998, caratterizzata dalla presenza di una tra le più grandi acciaierie d'Europa e che presenta elevati tassi di mortalità e morbilità per patologie ambiente-correlate, sembra essere un luogo d'elezione per discutere degli impatti sulla salute attribuibili alle variazioni climatiche indotte dalle emissioni correlate alle attività antropiche.

Esaminare e prevenire gli effetti sulla salute delle variate condizioni metereologiche insistenti su tutto il pianeta, costituisce un tema di importanza prioritaria. Per questo ISDE Italia, unitamente a Marina Militare e Ordine dei Medici di Taranto, ha invitato esperti del settore per approfondire, mediante un'accurata analisi, le cause e gli effetti dei cambiamenti climatici onde favorire azioni di prevenzione e mitigazione degli impatti sulla salute.

Questo convegno si prefigge di sollecitare l’impegno di diversi settori sul cambiamento climatico globale e di coinvolgere in misure di prevenzione primaria il personale sanitario ma anche gli autori delle politiche energetiche e produttive e delle politiche di tutela ambientale e del territorio.

OBIETTIVI DELL’EVENTO

Informare diventa un passo verso la prevenzione: i pericoli possono essere evitati o contrastati solo se li conosciamo. Questo Convegno Nazionale si prefigge di fornire elementi scientifici che possano aiutare cittadini e decisori politici, a rivalutare alcune pratiche ritenute sinora valide per l'economia globale. Il confronto di personale esperto porterà ad esaminare con opportuna scienza e coscienza, le preoccupanti ricadute sulla salute umana e sulla biosicurezza degli ecosistemi, delle variazioni climatiche indotte dalle costanti e spropositate emissioni di CO2.

Dalle relazioni emergerà come un cambiamento climatico senza precedenti e non imputabile a cause naturali rappresenti, in questo momento storico, uno stato d'urgenza decisionale. Risulterà quindi indispensabile approfondire con metodologia critica e costruttiva questa tematica ai fini di elaborare e proporre nuove collaborazioni strategiche tra le varie istituzioni coinvolte nel rispetto della sicurezza di persone, animali e piante.

Potremo facilmente renderci conto che le uniche battaglie che valgono la pena di essere combattute dall’uomo e che possono assicurare un futuro alle prossime generazioni sono di carattere scientifico ed etico e che la comunicazione di un corretto bagaglio conoscitivo è la base indispensabile per la partecipazione informata dei cittadini.

La precauzione non sembrerà più un concetto astratto o estremista ma l'unica possibile strada per ridurre le conseguenze di un'alterazione climatica che ha ed avrà pesanti ricadute su tutte le forme di vita del pianeta terra.

 

 

Rate this item
(0 votes)

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

Chi è online

Abbiamo 606 visitatori e 9 utenti online

  • abowen
  • AmeliaSA1984
  • barneyhasan670888
  • jacquelynkintore2
  • ketsmevy
  • natalie51o9871610
  • paulinelaurens426
  • phoebechurch1646
  • rigobertobrousseau0

Login

Vai all'inizio della pagina