Chi siamo

Chi siamo e cosa vogliamo…

L’Associazione “SI alle energie rinnovabili NO al nucleare” nasce dall’esperienza unitaria, assieme a molti movimenti e associazioni sociali e ambientali, della presentazione della legge di iniziativa popolare “Sviluppo dell’efficienza energetica e delle fonti rinnovabili per la salvaguardia del clima” e poi dalla campagna referendaria, col risultato positivo del referendum abrogativo contro il ritorno al nucleare, del 2011.

Dopo quel risultato, abbiamo deciso di contribuire alla costruzione di una politica energetica non solo alternativa al nucleare – rispetto al quale la vigilanza deve continuare – ma, con l’obiettivo della salvaguardia del clima planetario, per il superamento dell’uso delle fonti fossili, con lo sviluppo delle fonti rinnovabili, del risparmio e dell’efficienza energetica, per la transizione graduale verso un nuovo modello energetico e di sviluppo a basso contenuto di carbonio.

Le mobilitazioni

In tale contesto siamo stati protagonisti della battaglia contro il carbone, da un lato con le mobilitazioni organizzate in tutta Italia contro le centrali a carbone e con il contributo scientifico dato (come consulenti di parte) nel giudizio che ha portato alla condanna in primo grado degli AD dell’Enel, Paolo Scaroni e Franco Tatò, per disastro doloso relativamente alla centrale di Porto Tolle; dall’altro proponendo soluzioni energetiche alternative e sostenibili come nei casi di Vado Ligure e Monfalcone.

Lo sviluppo dell’iniziativa

Assieme all’impegno centrale, per rivendicare altre strategie energetiche verso i decisori politici – a partire dal governo centrale – insieme a tanti altri soggetti e associazioni sociali e ambientali, ci impegniamo nella divulgazione soprattutto per promuovere e mettere in rete esperienze e possibili pratiche decentrate, nella direzione di un modello energetico “sostenibile” (fondato sulle fonti rinnovabili, l’efficienza energetica, la generazione distribuita) e contemporaneamente aumentino la massa critica di esperienze e di soggetti, individuali e collettivi, che con maggior efficacia rivendichino un cambio nelle politiche energetiche. In estrema sintesi, un percorso verso una ri-conversione ecologica dell’economia e della società.

In rete con chi si muove

Oltre ai rapporti con tutte le associazioni e i movimenti (a partire da quelli sui “Beni Comuni”; dal Coordinamento delle Fonti Rinnovabili e dell’Efficienza Energetica, FREE; Coalizione sociale, ecc. ed in stretta collaborazione con “Energia Felice” e “CEPES”) che operano, non solo per contrastare scelte sbagliate, ma per avanzare e praticare alternative possibili, ci interessa in particolare un rapporto col mondo produttivo e del lavoro e col sindacato, almeno con le parti più sensibili a queste tematiche.

Da questa impostazione sono scaturiti alcuni protocolli d’accordo e collaborazione con diverse categorie sindacali. (tra altre collaborazioni e iniziative, ricordiamo “Risparmiare energia a casa tua conviene”, e poi la Guida “Casa prima cosa”, che ne è stata ricavata).

La nostra iniziativa in questa fase

Oggi, 2015, siamo particolarmente impegnati su tre grandi filoni di iniziativa:

  • La questione dello smantellamento degli impianti nucleari in Italia, attraverso l’attività della Commissione scientifica sul Decommissioning, anche rispetto alla prossima localizzazione del Deposito nazionale dei rifiuti radioattivi; su questi aromenti si sono svolti diversi seminari i cui materiali sono a disposizione sul nostro sito http://www.oltreilnucleare.it/component/k2/itemlist/category/10-politics

  • l’iniziativa contro i cambiamenti climatici, in particolare verso la conferenza dell’Onu – la COP 21 – del prossimo dicembre a Parigi, sulla quale molte organizzazioni sono mobilitate, anche attraverso la “Coalizione Mobilitiamoci per il clima” (alla quale aderiamo assieme a molti soggetti, incluso tante federazioni sindacali);

  • l’iniziativa articolata per la transizione energetica, per lo sviluppo delle fonti rinnovabili, la generazione distribuita, l’efficienza, il risparmio energetico e l’uso razionale di tutte le risorse.

I Contatti

Le iniziative e le prese di posizione correlate a questi ed altri argomenti attinenti, nostri e di altri soggetti che operano negli stessi ambiti, vengono riportate sul sito: www.oltreilnucleare.it

e una selezione viene inviata periodicamente attraverso una news letter

Chi fosse interessato a collaborare su taluni argomenti o ricevere materiali, può segnalarlo a questi riferimenti:

Associazione “SI alle energie rinnovabili NO al nucleare”, costituita in Roma presso il notaio Gennaro Mariconda, sede legale c/o CGIL, Via Filippo Buonarroti 12, 00185 Roma, 1° piano – sito internet www.oltreilnucleare.it – email: info@oltreilnucleare.it